Tutti possono fare il social media manager ! (O no?)

Capiamo perché, per fare i social media manager, non valgono le risorse interne improvvisate e qual è la formazione necessaria per fare questo lavoro.

Ho pensato di scrivere questo articolo perché spesso percepisco dalle parole degli imprenditori o dei professionisti che c’è ancora molto da imparare rispetto alla figura del social media manager.
Soprattutto, mi rendo conto che non esiste ancora una vera e propria coscienza del fatto che questo tipo di professione abbia un vero e proprio valore.

Molti credono che chiunque sia in grado di usare facebook, google plus, twitter ecc… possa ricoprire questo ruolo.
Non è così.

Per gestire la comunicazione di un brand sui vari social network c’è bisogno di competenze umane e tecniche ben precise.

Quali sono le capacità umane indispensabili per fare social media marketing?

Bisogna essere aperti al cambiamento, stare al passo, essere umili e modesti, pacifici e diplomatici (evitare le polemiche sterili), studiare tanto e con costanza (sempre), avere una personalità sensibile ma solida e forte e possibilmente anche empatica.

E le capacità tecniche? (Software, utility e tools…)

Beh, per quelle bisogna prima studiare ed apprendere come ci si comporta e gli errori da evitare e poi imparare a conoscere ed usare gli strumenti che non sono i social (che appunto tutti più o meno sanno usare), ma tools, utility e software per fare analisi, statistiche ecc.

Ecco perché non puoi pensare che la prima segretaria che arriva, tra le tante cose da fare, faccia anche il caffè, le pulizie e la social media manager.

Per fare il social media manager bisogna curare il sito, il blog, scrivere post e stare dietro a tanti social network. Sicuramente non lo si può fare improvvisando nei momenti liberi.

Chi fa questa professione dovrebbe essere un po’ grafico, copywriter, blogger, content marketer, SEO, SEM, insomma, ci vogliono tante competenze.

In ogni caso, bisogna aver chiaro in mente che per curare il proprio brand online e fare digital pr e social media marketing a livello professionale ci vuole una risorsa dedicata e formata che continui a studiare e ad informarsi facendo corsi, leggendo articoli, news, guide, libri, interagendo con la rete, fidelizzando ecc…

Un brand curato da una risorsa improvvisata si vede e non è una buona pubblicità.

Per concludere voglio dirti che un responsabile della comunicazione online, in particolare un social media specialist, oltre ad avere almeno delle nozioni basilari di SEO, SEM e tutto quanto ti ho detto prima dovrebbe conoscere ed utilizzare almeno i seguenti strumenti:

Google Analytics, Google Trend, Mention, BuzzSumo, Talkwalker, Hootsuite, Mailchimp, Getresponse, ovviamente Facebook ADS e tanti altri.

Credi ancora di poter fare social media marketing improvvisando?

In un prossimo articolo ti dirò come scegliere o formare le risorse da destinare a questo importante ruolo.

E tu cosa ne pensi? Come gestisci il tuo personal brand e la tua comunicazione online? Raccontaci la tua esperienza e aiutami ad aggiungere valore a questo contenuto. Te ne sarò grato.

Ciao e alla prossima!

Immagine: Business vector designed by Freepik
Consulenza Social Media Ferdinando Signorelli

Ferdinando Signorelli

Consulente Web Marketing specializzato strategie e sviluppo di business online. In 10 anni ho lavorato per diverse web agency e agenzie di comunicazione per poi creare marketingadvsignorelli.it. Se hai delle idee ma non sai da dove cominciare o hai già intrapreso un cammino ma non hai risultati, allora sei nel posto giusto! Studia i miei corsi o chiedimi delle consulenze. Le mie skills principali? SEO, SEM, Copywriting e sviluppo di piani di comunicazione strategica, Blogging, Email Marketing ed Info-Business.