Il tuo sito web è SEO friendly ? Scopriamolo insieme!

Continuando l’argomento trattato nel post precedente, oggi vedremo come deve essere un sito “ SEO Friendly ”, anche in questo post, come nel precedente, valgono le stesse premesse:

  1. l’ argomento è davvero vasto, quindi qualche lettore mi perdoni se, per essere sintetico, sicuramente non potrò evitare di essere approssimativo su alcuni aspetti.
  2. ciò che scrivo deriva dalle mie personali esperienze, non ho la pretesa di possedere verità assolute, quindi quando scrivo “come deve essere…” considera questa premessa.
  3. Mi rivolgo principalmente a persone fuori dal mondo del web design e delle web agency o agenzie di comunicazione in genere, ciò non toglie che se qualcuno di questi voglia leggere per fare un ripasso (avendo presente le due premesse precedenti) non sia possibile.

Allora cominciamo!

Come deve essere un sito SEO Friendly ( cioè con una buona ottimizzazione SEO )?

1) Se si conoscono in anticipo le key del progetto, sarebbe auspicabile inserirle nel nome a dominio insieme al nome del brand.

2) le key di interesse dovrebbero essere presenti:

  • negli url delle pagine


key-url

 

  • nei tag title e description (se utilizzi WordPress puoi tranquillamente gestirli con il plugin SEO by Yoast)

 

meta-tag

 

  • negli h1 dei titoli pagina (che, sempre in WordPress, si generano automaticamente quando inserisci il titolo della pagina o dell’articolo a meno che il tema non abbia modificato le impostazioni standard in questo senso)


h1

 

  • nei contenuti della pagina (possibilmente con anchor-text/link e con naturalezza )

 
3) Non dovrebbero essere presenti:

  • tag title duplicati
  • tag description duplicati
  • titoli pagina (h1) duplicati
  • testi di pagine duplicati o peggio copiati e incollati in giro dal web.

4) le immagini dovrebbero essere:

  • più leggere possibili
  • con le key di interesse nel nome del file
  • con le key di interesse nell’alt dell’immagine

Ti consiglio questo ottimo ed esaustivo articolo di Alessio Pomaro su come ottimizzare le immagini.

5) Il sito, dovrebbe non avere troppi link in uscita:

  • soprattutto dalla home
  • verso un sito in particolare
  • senza attinenza
  • verso siti con penalizzazioni

6) Dovrebbe non avere troppi link in entrata

  • tutti verso la home
  • tutti con lo stesso anchor text
  • troppi da uno stesso sito
  • da siti penalizzati

7) Dovrebbe avere

  • molti link interni tra pagine con molto testo a tema e di qualità
  • link in entrata verso la home e verso le pagine interne con diversi anchor text da siti “forti e attinenti”

8) Dovrebbe essere:

  • Responsive
  • (e soprattutto) SUPERVELOCE!!!

 
Se vuoi puoi approfondire le nozioni SEO con questi altri miei articoli/guide:

La ricerca delle parole chiave

La valutazione della keyword difficulty e uno dei migliori strumenti SEO

Come posizionarsi su Google

Se invece vuoi conoscere un software per fare SEO (quello che io ho adottato per il mio lavoro quotidiano) allora ti consiglio SeoZoom

Ti è piaciuto questo articolo? Commenta o aiutami a crescere cliccando su uno o più pulsanti social che trovi in questa pagina.

Valuta anche la possibilità di lasciarti aiutare da me acquistando uno dei miei pacchetti SEO

Grazie e a presto!

Ferdinando Signorelli

Consulente Web Marketing specializzato strategie e sviluppo di business online. In 10 anni ho lavorato per diverse web agency e agenzie di comunicazione per poi creare marketingadvsignorelli.it. Se hai delle idee ma non sai da dove cominciare o hai già intrapreso un cammino ma non hai risultati, allora sei nel posto giusto! Studia i miei corsi o chiedimi delle consulenze. Le mie skills principali? SEO, SEM, Copywriting e sviluppo di piani di comunicazione strategica, Blogging, Email Marketing ed Info-Business.