Valutare la keyword difficulty con i migliori strumenti SEO

La keyword research e la valutazione della keyword difficulty

keyword researchIn un precedente articolo ho parlato di ricerca delle parole chiave e ti ho mostrato come valutare i volumi di ricerca e come trovare le keyword correlate ad un argomento.

In questo articolo voglio parlarti di un altro aspetto della keyword research ossia, la keyword difficulty.

La difficulty è una metrica che serve a capire la difficoltà che si potrebbe incontrare provando a posizionarsi per una determinata parola chiave. In parole povere, parliamo di concorrenza.

Vediamo come si fa un’analisi approfondita per trovare e individuare le reali difficoltà di una competizione SEO su determinati termini di ricerca.

Le analisi necessarie per valutare il grado di difficoltà nel posizionare una keyword

Search AnayisisPer valutare la concorrenza su determinate keywords bisogna analizzare tante cose. Bisogna studiare per ogni risultato della SERP di Goolge ( consiglio almeno le prime due pagine ) i seguenti fattori:

la presenza della chiave negli url, nelle description (anche se hanno valore solo per gli utenti e per l’ottimizzazione del ctr), nei title, nell’h1 e, soprattutto, bisogna analizzare i testi, i back link, l’authority e l’anzianità dei siti proposti dal motore di ricerca.

La keyword research, che comprende la valutazione della keyword difficulty, è la base per impostare la migliore strategia SEO e curare l’ottimizzazione di un sito web per il posizionamento e tutto il copywriting che seguirà.

Gli strumenti SEO ci aiutano a velocizzare il processo

strumenti SEOOvviamente tutto questo porta via tantissimo tempo e, se si considera che su un progetto i termini di ricerca da analizzare possono essere tanti, allora è ovvio che bisogna assolutamente affidarsi a strumenti SEO pensati per semplificare la vita a chi vive di questo pane.

Per fortuna, da un po’ di tempo, presso la web agency in cui lavoro stiamo usando un tool davvero eccezionale. Molti conoscono questa utility perché è già popolare tra i SEO ed è stata creata da una delle migliori SEO Agency guidata ovviamente da due grandi SEO.

Sto parlando di SEOZOOM e di SEO Cube , di Ivano di Biasi e Giuseppe Liguori.

Avevo già intenzione di integrare il mio precedente articolo sulla keyword research e parlare della complessità, del tempo e delle varie risorse free e a pagamento per fare tutti i test e gli approfondimenti, ma quando ho cominciato ad usare Seozoom ho scoperto che tutto questo (e molto altro) era stato divinamente semplificato e avevo deciso di parlarne.

 

Ti presento Seozoom. Come, dove, quando e perché…

seozoom

Non ti parlo di Seozoom e di tutte le sue funzionalità (che ovviamente non si limitano al tema di questo articolo) perché non basterebbe una guida e perché ci hanno già pensato abbondantemente Ivano e Giuseppe con un blog dedicato e un gruppo facebook in cui sono sempre presenti e disponibili (anche questo è un fattore da non sottovalutare nella scelta di un tool), ma ti dico che, almeno per ciò che riguarda l’argomento di questo articolo, Seozoom ha una voce dedicata ( keyword difficulty checker ) che fa tutto il “lavoro sporco” per te in pochissimi clik 😉

Data una o più key, oltre ai volumi di ricerca, i trend e l’offerta cpc consigliata (valori già visti in Google Keyword Planner), SeoZoom ha anche una voce KD (Keyword Difficulty) con dei parametri da 0 a 100. Solitamente le key con un parametro oltre il 50 sono quelle più competitive.

Se sei tra quelli che ancora non lo conoscono, ti consiglio di visitare questo link e fare un test inserendo l’url di un sito che vuoi analizzare oppure una chiave di ricerca che vuoi valutare.
Potrai ammirare l’ottimo lavoro che solo dei SEO, conoscendo così bene la materia e tutte le esigenze di chi ci lavora, potevano fare.

E tu? Hai mai fatto ricerca di chiavi su grandi progetti? Sai cosa significa e quanto tempo ci vuole? Che risultati hai conseguito a lavoro concluso e quanto ha inciso sui risultati la fase della keyword research?

Se ti va, mi piacerebbe leggere le tue esperienze in merito e un tuo parere su Seozoom.

Grazie per l’attenzione e alla prossima 😉

PS. Ricorda sempre di non essere timido o pigro, se ti è piaciuto questo articolo ripaga il mio impegno con una o più condivisioni social. Te ne sarò grato. Grazie.

Se lo desideri, contattami per una consulenza SEO

Ferdinando Signorelli

Consulente Web Marketing appassionato in strategie di differenziazione e positioning. In 10 anni ho lavorato per diverse web agency e agenzie di comunicazione per poi creare marketingadvsignorelli.it. Se hai delle idee ma non sai da dove cominciare o hai già intrapreso un cammino ma non hai risultati, allora sei nel posto giusto! Studia i miei corsi o chiedimi delle consulenze. Le mie skills principali? SEO, SEM, Copywriting e sviluppo di piani di comunicazione strategica, Blogging, Email Marketing ed Info-Business.