Instagram e TikTok: Navigando le Onde dell’Influencer Marketing

influencer marketing

L’Influencer Marketing su Instagram e TikTok è come una danza tra le stelle digitali. Da giganti con milioni di follower a voci autentiche e coinvolgenti, ogni figura gioca un ruolo unico in questa vasta galassia. In questo viaggio, scopriremo non solo chi sono questi influencer, ma anche dove e come ingaggiarli per una strategia di successo. 

Partiamo con l’identificazione e la differenziazione delle varie figure anche se dobbiamo considerare che, spesso, queste possono essere sovrapposte e/o interscambiabili tra loro. 

Ma andiamo avanti… 

Gli Influencer: Celebrità Digitali su Instagram e TikTok

Gli influencer, le star del social media, sono spesso le celebrità digitali con enormi seguiti. Sono perfetti per campagne di portata globale, come nel caso di un influencer su Instagram che collabora con un marchio di abbigliamento per lanciare una nuova linea, raggiungendo un vasto pubblico.

Micro Influencer: L’Autenticità Vicina a Te

I micro influencer, con seguiti più contenuti ma altamente coinvolgenti, portano un tocco di autenticità. Sono perfetti per connettersi con un pubblico specifico. Ad esempio, un micro influencer su TikTok potrebbe condividere in modo autentico la sua esperienza con un prodotto di bellezza durante la sua routine quotidiana.

Creators: Artisti Digitali e Narrazione Visiva 

I creators sono artisti digitali, esperti nella creazione di contenuti visivi unici. Un brand potrebbe collaborare con un creator per realizzare un breve video coinvolgente, trasformando il prodotto in un’esperienza visiva memorabile. 

UGC Creators: Coinvolgere la Community

Molte aziende coinvolgono direttamente la propria community nella creazione di contenuti chiedendo ai propri utenti di creare dei post, dei video o delle storie utilizzando i propri prodotti e servizi o facendone una recensione. Su Instagram, per esempio, un brand di fitness potrebbe incoraggiare i propri follower a condividere foto che mostrano come integrano i prodotti nella loro routine, creando un flusso costante di contenuti autentici. A quel punto gli utenti diventano dei veri e propri UGC creators (appunto, da User-Generated Content). 

C’è da dire anche che molti creators, da tempo, hanno cominciato a proporsi ai brand come UGC Creators in cambio di prodotti, buoni sconto o veri e propri compensi economici. Questo è ottimo per piccoli brand o progetti allo stato iniziale che non hanno una  grande community ma, coscienti della potenza della riprova sociale nel marketing, desiderano avere contenuti di utenti che utilizzano i propri prodotti e servizi.

Più avanti scoprirai anche come e dove ingaggiare questi creator… 

Testimonial: Esperti del Settore o Vip

I testimonial portano una voce di credibilità. Possono essere esperti del settore che condividono la loro esperienza con il tuo prodotto o, se si ha la disponibilità economica, dei Vip rinomati disposti a spendere il proprio nome e la propria faccia per il tuo brand in cambio di un compenso. 

Strategie e Tecniche di Influencer Marketing

Piattaforme per la Ricerca di Influencer

Esistono alcune piattaforme dove è possibile analizzare profili e dati di utenti per poter scegliere gli infulencer, i micro influencer o i testimonial e contattarli direttamente da lì; per esempio:

buzzole.com

influencee.it

influencity.com

Per quanto riguarda invece i creators e i contenuti UGC puoi utilizzare piattaforme come:

tribegroup.co

ugcitalia.com

speekly.it

ugccreatoritalia.it

Oppure ingaggiarli direttamente su fiverr.com 

Tutte queste piattaforme, eccetto fiverr dove appunto puoi ingaggiare direttamente il creator, spesso sono a pagamento ma ti danno la possibilità di vedere un primo numero limitato di influencer; sottoscrivendo dei piani invece avrai a disposizione i loro database e potrai contattare quelli che desideri.

Un’altra possibilità però è quella di fare tutto a mano e in modo artigianale andando a scrutare i vari profili, per esempio su instagram, e guardare il loro numero di follower in relazione anche alle interazioni; cioè, se un profilo ha tanti follower ma poche o nessuna interazione, intraprendere una collaborazione sarebbe praticamente inutile in quanto nessuno interagirebbe con le pubblicazioni fatte per te. 

Attenzione, anche le interazioni devono essere sensate. Se sono tutte interazioni false e/o comprate da bot, te ne accorgi subito perché non hanno molto senso; qualcuna ci può stare, ma se sono tutte così, allora cambia strada.

Gli Shoutout: Una Tattica Potente

Gli shoutout, o menzioni pubbliche, sono una tattica potente. Ad esempio, collaborare con un influencer su Instagram per uno shoutout nel quale consiglia il tuo prodotto può aumentare notevolmente la visibilità del tuo brand.

Su shoutcart.com puoi ingaggiare influencer, testimonial o micro influencer con cui puoi scambiare delle menzioni e portare traffico ai tuoi profili… 

Conclusioni

In conclusione, l’Influencer Marketing, soprattutto su Instagram e TikTok, offre una gamma diversificata di voci e approcci. La scelta dipende dagli obiettivi della campagna e dalla storia che si vuole raccontare. Esplorare le profondità di queste figure può essere la chiave per navigare con successo le complesse acque dell’influencer marketing sulle piattaforme di social media più popolari al mondo.

Instagram e TikTok: Navigando le Onde dell’Influencer Marketing

Ferdinando Signorelli

ADS Specialist per liberi professionisti e Imprenditori. Appassionato in strategie di differenziazione e positioning ed esperto in strategie e sviluppo di business online. In 12 anni ha lavorato per diverse web agency ed ha creato ADV Signorelli, la sua Agenzia di Digital Marketing. Se hai delle idee ma non sai da dove cominciare o hai già intrapreso un cammino ma non hai risultati che desideri, allora contattaci e valutiamo insieme una collaborazione sotto forma di Formazione, Coaching o Servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *